La mia tesi

Ho deciso di scrivere una tesi che parli della letteratura per bambini perché al giorno d’oggi sono sempre di più i bambini che preferiscono un videogioco alla compagnia di un buon libro. Anch’io quand’ero bambina non leggevo quanto ora ma i libri a casa mia non mancavano mai. Oggi invece la vita è troppo frenetica e trovare cinque minuti per sedersi e perdersi tra le pagine di un libro è un lusso per pochi che spesso, purtroppo, preferiscono fare altro. Ho deciso quindi di riunire in un unico lavoro tre delle mie molte passioni: la traduzione, che mi ha portato a scegliere questo indirizzo di studi; la letteratura, che mi appassiona, mi ha arricchito non solo culturalmente ma anche spiritualmente; e i bambini e il loro mondo, che ho imparato a conoscere sempre meglio negli ultimi anni. In questa tesi cercherò prima di tutto di illustrare perché i libri per bambini vengono scritti e qual è il loro scopo, in seguito attraverso le ricerche di vari studiosi proverò a spiegare cos’è la traduzione dei libri per bambini. Le indagini che ho effettuato per scoprire qualcosa di più di questo mondo che mi era totalmente sconosciuto hanno portato a galla molte cose interessanti. La cosa che più mi ha stupito è stato constatare che non sono stati fatti molti studi al riguardo e quei pochi studi sono datati. Altra cosa che mi ha stupito è vedere come in Italia non venga data molta considerazione alla letteratura per l’infanzia, infatti di quasi tutti i testi che ho consultato non esiste una traduzione italiana. Tra i pochi studiosi che hanno studiato negli anni la traduzione dei libri per l’infanzia ho deciso di servirmi delle opere scritte da Zohar Shavit, Riita Oittinen, Lawrence Venuti che si rapportano quasi tutti alle traduzioni in una lingua diversa da quella italiana. Nonostante questo però ho avuto la fortuna di potermi confrontare con un testo italiano e ho avuto anche il piacere di parlare con la sua autrice, la professoressa Stefania Tondo, che mi ha dato la conferma di quanto sia scarso l’interesse verso questa disciplina nel nostro paese. Questo dato è sottolineato anche dal fatto che sono pochissime le opere italiane scritte per i bambini, la più celebre che viene spesso citata negli studi sulla traduzione è Pinocchio  di Carlo Collodi risalente al 1881, basta questo a far capire quanto risulti poco importante questo tipo di letteratura.

In questa tesi farò quindi una panoramica generale sulla letteratura per poi passare a parlare della traduzione e delle strategie che vengono impiegate per effettuarla.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: